https://i0.wp.com/www.lorenzamonti.com/wp-content/uploads/2019/07/digital-art-inner-child-manipulation-people-infant-children-girl-large-open.jpg?fit=2000%2C1414&ssl=1
Percorsi evolutivi

Tutto ciò che viviamo da bambini fornisce un imprinting alla nostra personalità.

Quello che riceviamo (o non riceviamo), l’educazione che ci è stata impressa, le esperienze che abbiamo vissuto o a cui abbiamo assistito, tutto quello che abbiamo vissuto, va a delimitare la nostra essenza, incasellandola in forme che gli altri ci hanno detto dovevamo avere.

E così se quando nasciamo siamo un quaderno bianco con un infinito potenziale, crescendo ci omologhiamo alle aspettative dei nostri genitori, della scuola, degli amici, della società.

Perché è normale voler essere amati e accettati, e se da bambino ti inculcano che per essere amati e accettati bisogna essere in un certo modo, e per essere bravi bisogna fare solo questo e quello, vien da sé che ogni briciolo di unicità e di libertà viene man mano bruciato, e quello che diventiamo non è che un lontano riflesso della nostra vera essenza.

COME LE FERITE/MANCANZE DEL PASSATO INTERFERISCONO NELLA NOSTRA VITA DA ADULTI

ESEMPIO 1

Una bambina ha due genitori che lavorano e non possono occuparsi di lei.
Lei quindi cresce con i nonni, e magari anche quando i genitori sono presenti, il padre non se la fila, e preferisce farsi gli affari suoi, trascurandola ulteriormente.

E così la bambina (sempre in accordo con ciò che la sua anima aveva scelto di sperimentare in questa vita) sviluppa per la prima volta la ferita di abbandono.

Questa ferita, a seconda della storia personale, potrebbe aver insidiato nel suo inconscio la convinzione di non avere valore.
Perché un bambino non ha la capacità di discernere che hanno gli adulti, e per i bambini non sono mai i genitori ad essere sbagliati, ma piuttosto tendono a colpevolizzare se stessi.

Perciò questa bambina crescerà con la convinzione di non avere valore, e questo potrebbe far si, che una volta adulta:

  • Abbia la tendenza a sentirsi sempre inferiore rispetto agli altri.
  •  A lavoro potrebbe subire una forma di bullismo perché non capace di farsi rispettare.
  • Nel rapporto col partner, piuttosto che rischiare di essere abbandonata, si farà andare bene un sacco di cose che non sono certo in linea con l’ amore e il rispetto per se stessa.

ESEMPIO 2

Questa volta prendiamo una giovane donna che ad un certo punto viene lasciata per un’ altra dalla persona che credeva essere l’uomo della sua vita.
Questo provoca in lei un dolore enorme, che a seconda delle proprie predisposizioni animiche, sfocerà probabilmente in ferita da tradimento.

Col tempo la ragazza riesce a riprendersi, e dopo qualche anno, conosce un uomo splendido, che non le fa mancare nulla.
Lei si rende conto che la persona con cui sta adesso sia completamente diversa dall’uomo con cui stava prima, ma nonostante ciò, il tarlo della paura di essere tradita di nuovo, è sempre presente dentro di lei.

Questo fa sì che gli scenari possibili nella sua attuale relazione siano:

  • La totale incapacità di lasciarsi andare.
    Quindi tenderà a rimanere in una sorta di “freezer interiore” per mantenere le distanze ed evitare di affezionarsi troppo, col rischio di soffrire di nuovo.
  • Nel polo opposto, potrebbe essere riuscita a lasciarsi andare ed innamorarsi, ma sviluppare una gelosia ossessiva, derivante dalla perenne paura interiore di essere tradita e abbandonata ancora.


Spero che con questi esempi di averti fatto capire le implicazioni che continuano ad avere nella nostra vita, ferite che sono sorte nel passato, lontano o vicino che sia.

 

QUESTO PERCORSO FA PER TE SE:

  • Hai subito in passato una (o più) di queste ferite

           – abbandono

           – rifiuto

           – tradimento

           – umiliazione

           – ingiustizia

  • Hai l’autostima sotto ai piedi, e la fiducia in te non è pervenuta.

  • Hai ricevuto un’educazione che ha limitato la tua creatività, la tua essenza e la tua libertà, bloccandoti nello sperimentare la tua libertà di essere ciò che sei, incatenandoti in una “gabbia preconfezionata” da altri nella quale non ti senti vivo.


E’ POSSIBILE GUARIRE DA OGNI FERITA E DA OGNI MANCANZA DI NUTRIMENTO DEL PASSATO, perché è in tuo potere nutrire quelle parti di te che non avendo ricevuto il giusto nutrimento e sostegno, sono cresciute con una falsa idea di sé e non ti fanno vivere oggi a pieno del tuo potenziale e della tua vera natura.

COME FUNZIONA

Ti piacerebbe tornare a sentire quell’energia creativa, vivace, piena di fantasia e immaginazione, e vivere la vita con leggerezza e spensieratezza, come quando eri bambino?

In questo tipo di percorso ti condurrò in connessione alla parte di te più sensibile e vulnerabile, quella che ha bisogno di ricevere il nutrimento che gli è mancato: il tuo bambino interiore.
Gli lasceremo spazio per comunicare come si sente, ciò che gli manca, e ciò che vorrebbe.
Il tuo bambino verrà finalmente ascoltato e preso in considerazione.

Dopo la parte di scarico, ti guiderò in connessione a quelle parti di te che hanno il potere di nutrire e guarire il tuo bambino.
Queste parti forniranno al bambino tutto l’amore, il nutrimento, il sostegno e la guida che gli sono mancate da piccolo, attraverso le quali potrà manifestarsi la guarigione, e insieme ad essa iniziare a manifestarsi la sua vera natura, la sua creatività, la sua bellezza e la sua unicità.

Riconnettendoti a questa parte di te e guarendo le sue/tue ferite, riconquisterai un’energia che avevi dimenticato di avere!

 

QUANTO COSTA

Le sessioni di questo percorso costano 70€ e durano un’ora.

Al termine di ogni sessione avrai dei compiti da svolgere a casa (semplici ma efficaci) che sono parte integrante del lavoro e che serviranno proprio a manifestare la guarigione della tematica su cui stiamo lavorando.

Quella che ti insegnerò è una vera a propria tecnica di auto-guarigione che potrai usare vita-natural-durante.

E continueremo a farla insieme fino a quando non ti sentirai pronto per poterla usare in totale autonomia.

Ω               

Se senti che questo genere di lavoro ti serve, scrivimi qui per fissare un colloquio gratuito di 30 minuti in cui capiremo se siamo un buon match per lavorare insieme.

Ti dico questo perché la “busta paga” che più mi interessa sono i risultati, e visto che non tutti possiamo andare bene per tutti (e questo vale da entrambe le parti) non mi interessano i tuoi soldini se non ritengo di poterti dare quello che ti serve. 

Quindi se alla fine del colloquio riterrò che non siamo una “coppia vincente” per cambiare davvero te e la tua vita, ci saluteremo con un sorriso 🙂

PRENOTA LA TUA CHIAMATA DI SVOLTA